Maybe English is not my language....

giovedì, febbraio 04, 2010

Sempre

Ieri pomeriggio sono uscita con un'amica con cui era molti mesi con non uscivo. Vabbè dico amica, ma per molti mesi non siamo state proprio "amiche", sembra un pò di essere tornate ai vecchi tempi. E' strano, è stato piacevole e bello allo stesso tempo, ma strano. Io ho costantemente paura (e non parlo solo del suo cane u_u,..argh, devo mantenere i toni seri..), del fatto che non possa più essere niente come prima, per il fatto che siamo cambiate entrambe. Del fatto che ho imparato col tempo a fidarmi poco delle persone, anche di chi vorrei fidarmi subito. Del fatto che sia finita per una sciocchezza e potrebbe di nuovo chiudersi per una sciocchezza. Abbiamo passato metà del tempo a chiederci perchè sia finita, ma io pensandoci ho tratto conclusioni. E' finita perchè semplicemente abbiamo smesso di scriverci e sentirci assiduamente. Finito tutto nel dimenticatoio. Ho buone speranze per adesso, ma finchè non è una bella amicizia salda, tengo le mani avanti. Non so se fa più male prendere una bella facciata a terra per un'amicizia o per una persona che credevi più vicina di quanto in realtà era.

C'era un link su facebook, diceva tipo "Non sono io che sono cambiata, ma è che ho capito come vanno le cose" e quando l'ho letto mi sono sentita descritta alla perfezione.

Esattamente così. Inoltre aggiungiamoci il fatto che in questo periodo è più la voglia di starmene per conto mio che quella di stare con qualcuno, stamattina Paolo, eternamente amico e di questo lo ringrazio di cuore, mi guarda e dice "Ti sento distante" non sono riuscita a rispondere niente. E' vero. Sento come se da sola, potessi fare più che in compagnia. Come se io non potessi fare altro per nessuno, se non semplicemente ascoltare e dare consigli che non seguirei manco io.

Non prendetemi per una che dice cose che non pensa. Io dico ciò che penso e penso anche che nel 90% dei casi sia giusto. Non è presunzione è il fatto che quando dico qualcosa a me sembra giusta. Ovvio per altri può non esserlo, lo accetto, ma non è questo il problema. Il problema è il fatto che io dico la cosa giusta, ma non la faccio mai.

Finisco sempre per autoinfliggermi danni.

Sempre così..


Gira che ti rigira scrivo sempre le stesse cose.
Me ne rendo conto..



Sotto il ponte
con te non più.
Ora ci vado sola,
per pensare/ricordare.

Nessun commento:

Posta un commento