Maybe English is not my language....

mercoledì, giugno 08, 2011

C'est la vie! C'est la vie!

Hehehe.
Grazie amici!
Questa città è in corsa. Non si ferma mai, non aspetta niente e nessuno. E' anche un pò egoista mi pare di capire. Una cosa giusta nella maniera sottile in cui possono essere egoiste le persone che lo sono a buon viso.
Insidiosa, anche mi sembra di leggere. E' veramente come dicono una giungla, la città che non dorme mai, pur non abitando in centro, comunque un pò fuori dalla down town non c'è un solo momento in cui si sente fuori un pò meno tregua. Le macchine vanno, i clackson suonano, la gente urla.Ieri son riuscita a fare ben poco, non son uscita particolarmente presto perché risentivo ancora un pò del fuso. Però son riuscita a fare un paio di cose, trovare dove cambiare del denaro, per esempio, e la Citi bank a San Nicholas si è rivelata più che ottima! Dopo di che andare a fare la metro card mensile.
Ora direi che non mi ferma più nessuno!
Accompagnata dalla piccola Veronica son andata sino a Times Square, nella Fifth Avenue ed infine nella 45th per informarmi sui corsi al BDC, esattamente dove e come lo ricordavo. Fantastico tornare dopo tanto tempo e trovare questo angolo immutato! Venerdì e sabato si comincia con Luam!Sembra paradossale un paradiso come Central Park in questa città. Con i suoi alberi, le persone sulle panchine, che leggono, bevono i loro iced coffee, si allenano, prendono il sole, i cavalli trainano le carrozze..passa un autopompa dei vigili del fuoco a sirene spiegate ed interrompe questo paesaggio bucolico!

Non molto dopo siam tornate a casa entrambe stanchissime.

Stamattina comincia meglio, mi alzo di buon ora ed esco, stavolta accompagnata da me stessa!
Mi guardavo attorno durante i miei giri ed ho notato che si vedono cose fuori dal normale, vogliam parlare dei poliziotti con intere braccia tatuate a colori? In Italia? Quando mai! O dei pazzi, (letteralmente) che si mettono ad urlare come disperati? Sarà , ma non mi è capitato così spesso di vedere scenari simili. Qui è nel normale, come l'uomo che è arrivato mentre leggevo a Washington Square Park e si è messo a mormorare guardandosi attorno e strizzando un foulard verde, "eeh c'est la vie! C'est la vie! C'est la vie". Avrei voluto stringergli con calore la mano!

I ragazzi che si son tuffati nella fontana? Qui tempo zero sarebbero stati chiamati all'ordine! Non che non ci sia ordine negli Stati Uniti, dopo l'11 c'è molto rigore. Semplicemente se una cosa non danneggia altri perché proibirla? Forse è questa l'ottica. Ma penso di aver ancora molto tempo per capire.
Questo parco mi piace, mi sembra di ricordare di averlo visto in un film. August Rush mi pare.
Mi piacciono gli americani, quelli che suonano qui, quelli che prendono il sole, quelli che leggono, quelli che mangiano schifezze, quelli che escono con le amiche a far shopping, quelli che vanno al cinema, quelli che sanno esattamente come girare al massimo la città, quelli che non riescono a non sudare come maiali. Non nego che aspiro a sentirmi più americana nei prossimi giorni (non per quanto riguarda il sudare, grazie!). La mia pronuncia purtroppo mi frega spesso. E così mi sento chiedere "Are you from Italy?" così chino il capo e sconfortata rispondo "Yes". Amo il mio paese, ma mi piacerebbe sembrare un pò più cittadina del mondo.
Ho tempo, ho tempo.

Nel primo pomeriggio mi son fiondata in uno Starbucks e son rimasta un paio di quarti d'ora a farmi consolare dall'aria condizionata ghiacciata e da un buon Frappuccino al cocco e dal wifi gratis. Ah, sì. Qui se hai un cellulare con wifi, puoi andare ovunque! Una free line si trova sempre e se ti perdi per Manhattan, trovi sempre come tornarne a capo.

Uscita, mi son dedicata un pò allo shopping!
Che aggiungere?
Abbiamo, H&M come sempre con prezzi ottimi, Zara, che mi sembra di capire sia leggermente più alto come standard, sopratutto come prezzi, malgrado il cambio, son molto più alti che da noi, per niente competitivi.
Tra i due si piazza Forever 21, mi è piaciuto molto personalmente! Credo che abbia ottimi pezzi di abbigliamento, ed i prezzi son più che buoni!


Dopo i giri con borse e varie son tornata a casa.
Non dopo aver fatto un giro dall'Abercrombie e lì non parlo. :)

..Quello che più mi piace? Che posso girare in assoluta libertà, con limiti dettati dalla mia stanchezza e purtroppo anche dal clima che in certi casi diventa insopportabile il caldo, da capogiro! Basti pensare che i negozi hanno adottato una tattica di marketing piuttosto convincente, lasciare l'aria condizionata a chiodo, le porte aperte e vedi come si fiondano dentro i turisti! Ed in certi casi è impossibile rinunciare agli acquisti!


Scappo! A presto!


Oggi questa !
Qui per più foto ;).



1 commento: