Maybe English is not my language....

domenica, ottobre 17, 2010

Una ranocchia da evitare sull'asfalto..La voglia viva...

Avere libri interessanti sul mio comodino mi fa' sembrare una persona che in qualche modo è tranquilla, legge, scrive di sè, è abbastanza timida alle volte, piena di insicurezze, ecc. Forse è anche vero. I libri dicono sempre qualcosa di noi.. Specialmente quando non ne parliamo, ma son sempre sul nostro comodino e prima di andare a dormire ci diamo un'occhiata, sentiamo cosa aveva da dire chi l'ha scritto...Ma non voglio andare off topic adesso..Il sabato sera è l'ora della trasformazione! Mi
devo sfogare, sfuggire da me, dalla settimana passata, in quelle 9 ore devo riuscire a non pensare a me, a non pensare a niente! Non è di per sè la trasgressione, solo la voglia di evadere da tutto. Anche stando a Ovada... E domenica è il giorno dopo puoi anche stare tutto il giorno a letto, alzarti alle 2 del pomeriggio ed aspettare due amici per un film, e alla sera gustarti una fetta di pizza cucinata da tuo padre, senza Cola però! La spesa l'ha fatta lui è quella fa' decisamente troppo male secondo lui. Così tanto da negarla a me e alla mia triste sorella, ma poco male! Penso a ieri... il bello è che ho anche scoperto, che non mi serve bere.. Basta la gente giusta, magari un po' ubriaca e mi prendo bene!
Una cosa che mi ha un secondo fatto pensare è che mi spiace avere così buoni amici e non poterli fondere tutti assieme, alternarmi, chissà che ne verrebbe fuori da tutti! Ogni tanto nei miei viaggi ci penso, mi fa sorridere la situazione, sarebbe da subito imbarazzante, poi sempre più divertente, sino a diventare delirante! Però alla fine son tutti caratteri diversi...Quindi forse è meglio che sia così...Il mio tempo è occupato sempre bene! Questo è da dire !

Primo giro di bevute all'happy, convinti di non trovare posto e invece sì, una tavolata per noi e in più per Giada, che aspettava i suoi di amici. Tutti alcolizzati tranne me e la dolce Benni, io una sottospecie di Pigña Colada senza alcol che penso diventerà il mio drink abituale! Ottimo! Gli altri giù di chupito ed io a guardarli estasiata dai loro sorrisi e dalle facce che facevano.
Un'oretta e qualche acconciatura dopo, partiamo per il Luna, al compleanno di Arianna, Nenna ed Enrica. Inutile dire che mi sono divertita da morire. E' che per una volta c'è stato qualcosa di più che la solita serata, l'ho sentito che poteva essere qualcosa di diverso, non c'erano i soliti modi. Non ero la solita io del sabato notte...Ho passato più tempo a fare l'idiota nella revival, che nella sala hip hop a spesseggiare...Rivedere le masonesi, Paolo che ballava, la Benni che si scateva, Marty(!), Paris, Rod e Francy, molti i miei pilastri, altri conoscenti, ma ottime persone, più di conoscenti, meno di fratelli per scelta, amici.

Adesso vediamo cosa succede..

Ora vado gente, comincia la settimana, la cena è quasi pronta ed io non ho altro da dire...
..che lasciar parlare le immagini.
se fosse il cuore o meno non lo so,
però qualcosa, sotto la mia mano,
attraverso il tessuto, sentivo battere...
Strano il contesto, il luogo, non ha senso,
così tanto in così poco..


Nessun commento:

Posta un commento