Maybe English is not my language....

sabato, aprile 17, 2010

Voce del verbo cambiare.

Tre mesi fa una domenica pomeriggio cominciava quello che non sarebbe dovuto accadere mai. ...Finisce (in malo modo) e lascia segni. Segni che non si vedono, segni che rimangono dentro, di quelli che se ci pensi ti tolgono il respiro da quanto ti lacerano. Smetti di starci male, piangerci su. Ma ti fa uno strano effetto. Una clamorosa presa per il culo (scusate il francesismo) del genere ti cambia in peggio. ..E lo sento, lo vedo ogni giorno che ci marcio su, me ne rendo conto. Se prima ero triste e amareggiata adesso provo odio verso quel qualcuno e compassione verso di me per il tempo che ci ho perso.

Adesso c'è il cambiamento.
Odio, Rivalutazione del Sè e Change..change..change.


Mi è successa una cosa buffa ora.
Non cito.
...Ma l'approccio che ho avuto, mi ha fatto
pensare a quanto io abbia capito come girano le cose.
Forte.


Si stasera va così. Me ne frego un pò..

Nessun commento:

Posta un commento