Maybe English is not my language....

giovedì, aprile 15, 2010

Ghigno.

Caspita è il terzo post che provo a scrivere. Ho passato gli ultimi dieci minuti a scrivere e cancellare. Mi sento dentro un pozzo, già tutto nero, con un'apertura in alto. Come se avessi attorno pareti, avessi la possibilità di prendere la via della libertà, ma mi mancassero i mezzi o il coraggio.
In questo periodo è così sento che ho in ogni angolo qualcuno che sta pronto a vedere quello che faccio, le scelte che prendo a misurare quello che dico. E che le uniche cose che io possa fare per liberarmi di tutto sia mettere le ali e uscire dal pozzo. Posso, ma mi manca il coraggio. Sento che mi lascerei troppo dietro. Io vedo ciò che di più semplice e bello per me ci sarebbe da fare. Ma sono io che mi devo complicare la vita. Io che rinuncio sempre a una fetta di felicità per poi stare mesi e mesi col broncio e l'acidità ai livelli massimali. Sono stupida e amo complicarmi la vita si.
Il destino NON esiste. Esistiamo solo noi. E vediamo di cogliere questo concetto, NOI nel senso di materia capace di ragionare. Siamo noi che ci giochiamo le carte in tavola. Nessuno si mette lì e lo fa al posto nostro. Basta.

Non mi piace che ci si impicci della mia vita. Non mi piacciono troppe domande. E parlo di me solo con gente di cui mi fido o altrimenti sotto tortura. Questo lato del mio carattere mi piace. Un sacco. Lascio intedere da blog tutto e niente. Chi mi conosce capisce, chi non conosce può scambiare una briciola di pane per un granello di polvere. Solo che poi si sottolinea ad altri quanto sia sporco il suolo. ARRRRGH... basta! :)

DETTO QUESTO LASCIO DA PARTE I MIEI DELIRI ADOLESCENZIALI, ricomincio a FREGARMENE DI TUTTO e RIDO o meglio GHIGNO. :).

News... fra tutte.. ieri ho preso la prima sufficienza dell'anno di matematica un bel 7 con tanto di guadagnato! g r a n d e ! Ahahah stra presa bene? Si.
Allenamento procede bene, ieri eravamo tutte col sorriso e abbiamo lavorato abbastanza bene! Riprovato i pezzi e ripreso quello di Thriller!
Oggi invece a scuola Marty ed io abbiamo passato la mattina a scambiarci occhiate nervose per iil terrore di essere sorteggiate di diritto! Dopo aveer scoperto che oggi era la nostra giornata lei ha continuato a lanciarmi occhiate, ma stavolta sbellicandosi ripensando a sabato sera e domenica.. acc! :) Adesso dopo l'insinuazione di alcuni dubbi e un leggero senso di vertigine, venutimi dopo una velocissima visualizzazione della home di facebook mi preparo per una lezione di guida... E poi a "correre" (olè mi piego già) con Paolo. :)

Il passato è passato ci faccio pace,
lo saluto per strada, lo osservo da lontano.
Ma anche se gli salterei addosso da un momento
all'altro a braccia aperto e con un sorriso a 32 denti,
lo lascio perdere e vedo di non stringerci legami troppo forti.
Fa ancora un certo effetto trovarti per caso.

Nessun commento:

Posta un commento