Maybe English is not my language....

venerdì, gennaio 29, 2010

malinconicamente me

Ti assalgono i dubbi, ti senti stupida perchè il tempo è stato poco, ma è bastato a renderti impossibile non pensare e dimenticare, a riempirti le giornate di interrogativi che non oso neanche citare, c'è la voglia di sentirlo, stupidamente ti colleghi al myspace per ascoltare i suoi pezzi e sentire la sua voce. L'unica possibilità per non soffrire è uscire dagli attimi di buio grazie a qualche espediente. Ci sono momenti in cui però ti abbandoni ai ricordi e non ne esci più, gli occhi, le lacrime di quelle però che ti fanno diventare grande.


E scriverne, buttare giù parole su parole è l'unica cosa che mi aiuta a stare meglio. C'è una canzone di Rayden che dice "Scrivere non mi rende migliore, ma mi fa stare meno solo col mio dolore" o qualcosa del genere, forse è per quello che la gente, che io, tengo così tanti blog, che alla fine, adesso è un unico, però ne riesco a contare almeno sei tenuti per sfogarmi e rinchiuderci tutti i ricordi, per poi abbandonarli meschinamente perchè tutti portatori di brutti ricordi, a quel punto decido di aprirne un altro solamente di cose belle.


Adesso però mi rendo conto che se non ho niente di bello da raccontare cosa posso scrivere? Allora ci rinuncio e scrivo alla giornata, vergognandomi di quando leggo che sono stata debole, esaltandomi quando vedo quanto posso essere forte.


E' maledettamente mutabile la natura umana, ma forse alla fine è il bello della vita, quello ed è per questo che abbiamo sentimenti che proviamo ad esternare agli altri.





Forse è questo per me essere blogger.






P.S. sono consapevole del fatto che una o massimo due persone diano ogni tanto un'occhiata a sto blog, però è comunque gratificante riuscire a esternare al mondo i propri pensieri.

Nessun commento:

Posta un commento