Maybe English is not my language....

martedì, agosto 02, 2011

Ed ancora, ancora ...e ancora...

Giorni di saluti, domenica è stato il turno della Giulia, tutto il pomeriggio passato insieme! Ultimo gelatino, ultimi acquisti e poi a Kingston per terminare la valigia.
Come ultima delle nostre figuracce da pezzenti siam riuscite a farci regalare un cd di house new yorkese e questo grazie alla confidenza che dò agli sconosciuti quando son con qualche compare italo-new yorkese (la storia del barbone bavoso a Coney Island, ad esempio), che mi ispira fiducia!

Non è una cosa buona da fare, ahaha, ma solitamente mi avvicino sempre a persone che non sembrano totalmente delle pazze squilibrate.
Ricevuto il cd ed i vari contatti ci avviamo verso casa della Giulia fiere del nostro "acquisto" .
In serata abbiamo appuntamento con la Doi per andare a mangiare una pizza da John's una nota pizzeria a New York, abbiamo aspettato un pò perché ci dessero il tavolo, c'era parecchia gente, ma alla fine siamo riuscite a sederci ed avere le nostre pizze.
..Devo dire, niente in confronto alla pizza italia, ma questa era veramente ottima , una delle uniche pizze sottili che abbia mai mangiato a New York! Più tardi ci siamo dirette al Duane dove sarebbero arrivati anche gli altri ragazzi, purtroppo la Doi non si sentiva molto bene ed è tornata a casa.

Ci siamo diretti al ponte di Brooklyn, Giulia voleva vederlo un ultima volta. E' stato bellissimo! Ha cominciato a piovere, ma noi eravamo lì, tutti, con i nasi verso lo skyline, immobilizzati ed estasiati da tanto splendore.
Come puoi non innamorarti di New York?
E' la città più bella del Mondo.
Parigi, Londra, Barcellona, Tokyo (che prima o poi, me lo giuro, vedrò), ma New York è sempre lì, con la sua bella statua a guardia, i suoi palazzi e le sue luci, romantica, bella ed unica!

Al ritorno, i saluti son stati fatti alla piattaforma della fermata di High, nel Brooklyn, io ho accompagnato la Giulia a casa, questo mi ha condannata ad arrivare a casa mia alle 4 meno un quarto circa, ma è stato un piacere, ripercorrere tutte le giornate passate, che mentre erano vissute sembravano infinite, ormai entrate nella routine del quotidiano. Come se questo viaggio ormai fosse destinato a non finire più e a continuare tra, giro, pranziamo, andiamo a lezione, balliamo, finiamo, giro, a casa, usciamo, lezione, ecc..ecc , insomma sto amando questa esperienza, più si avvicina la fine, più sento che mi porterò un'ottimo ricordo nel cuore e nella testa, più soffro a pensare a quando ritornerò.
Il ritorno a verso casa e stato lungo la metro non arrivava più ed io mi sarei dovuta alzare per accompagnare mia cugina a scuola, il mattino dopo, non vi dico in che condizioni e la giornata che mi aspettava!
Prima mattina ho visto Sofi, Antonio e Orlando, siamo andati ai 5pointz che i ragazzi ancora non avevano visto e dove sarei tornata nel pomeriggio per il photoshoot a Doi. Per l'ora di pranzo son andata a casa invece, nonna aveva preparato uno dei suoi manicaretti e mi spiaceva non esserci! Per le 3 una corsa alla 103 ed una passeggiatina tra i Project ( non vi dico la mia espressione mentre camminavo,mi sembrava di essere in un altro mondo! ), trovata la Doi le son praticamente corsa incontro per la gioia di vederla!

Più tardi siamo andate a cercare gli stivali per lei e poi il Photoshoot ai 5pointz. Avevo il terrore che arrivasse qualcuno. Tecnicamente non si potrebbero fare servizi fotografici, ne video e noi abbiamo fatto tutto! Finito e constatato di essere ancora vive siamo andate verso Manhattan, nella east side a mangiare cinese in un ristorante che si chiamava Chinatown, sulla 3rd avenue! Non avevo mai mangiato dell'orientale così leggero in vita mia!

Giusto per le 9 abbiamo fatto una capatina a Bryant park per il cinema all'aperto. Io personalmente ero estasiata. E' impossibile che così tante persone generino tanto silenzio. Tutti con gli sguardi verso il mega-schermo.
Era un'atmosfera bellissima, le luci di Bryant park basse, il prato i palazzi attorno.
Ma dove vedo un altro spettacolo così?
Avessi scritto ieri sera, probabilmente le dita sarebbero corse sulla tastiera più facilmente, ero affascinata ora c'è solo più la traccia della meraviglia provata nel vedere tutto ciò. Lunedì prossimo intendo andare nuovamente. Anche perché è l'ultima occasione che ho di farlo..

Fatto un salto dalla Desi e salutati Sofia, Orli e Antonio , che oggi, dispiaciutissimi, partono anche loro. Siamo tornate indietro ed io l'ho tirata alle lunghe come al solito sino alle tre. Tanto che stamattina non mi son neanche alzata per accompagnare mia cugina a scuola tanto ero stanca.
...Domani.

Son riuscita a scrivere, ora scappo che ho la lezione di Peters alle 3 !

Nessun commento:

Posta un commento