Maybe English is not my language....

giovedì, aprile 07, 2011

A sweetened lemon juice

Buona sera! Comincio con il dire che ho ricevuto l’adattatore per la macchina fotografica, che mi ero comprata in vista dell’acquisto di un probabile fisheye! Anello adattatore che mi sarà completamente inutile dato che non ho acquistato l’obiettivo che intendevo acquistare! -.-
Poco male, potrebbe sempre venire utile! (:
Parlare del tempo sarà estremamente scontato, ma non ho altro di cui argomentare sinceramente. E stasera ho voglia di scrivere un po’ anche perché ho trovato la musica giusta!

Siam ad aprile, son già passati quasi 7 mesi. Non riesco ancora a crederci. Tutto questo tempo, l’autunno che amo, l’inverno freddo e la primavera che non sembra di volerne sapere di farci assaporare i pomeriggi in felpa e cardigan, ma ben sì di costringerci subito alle t-shirt, alle canotte e ai più coraggiosi anche al bikini da sfoggiare al fiume (..e al mare per chi ha tempo di raggiungerlo).. Il tempo aiuta, fino a qualche giorno fa’ devo dire che mi sentivo piuttosto in ansia, io, solitamente tranquilla e semi spensierata.. già.. Però alla fine parlare fa’ bene, non risolve gli interrogativi e spesso e di aiuto solo per chiarire le posizioni, piccole convinzioni.
Robe che per quanto insignificanti potrebbero tenerti sveglia la sera, o nel mio caso, farti svegliare la notte confusa in seguito a qualche strano sogno, scherzo del subconscio. Ma per stasera no! Domani non si lavora! Almeno qualche risvolto positivo c’è ! E pensieri particolari non ce ne sono. Stasera l’ho dedicata interamente al blog ed alla sua grafica, ero stanca di queste immagini striminzite scelte a caso, degli sfondi senza senso e dei soliti colori! Avevo voglia di qualcosa di nuovo e così stasera mi son messa a lavoro!
Son soddisfatta ci ho messo qualche ora, ma tanto avevo di meglio da fare? E per stasera è stata da scrivere, guidata da una canzone in particolare e ad una persona con cui non ho avuto fino a qualche settimana fa’ un rapporto stabilissimo e con cui cerco di costruirlo ancora adesso. Lasciare le dita libere ad inseguire le parole adatte da scrivere ad un soggetto diretto è molto più complicato rispetto a questa gara di sentimenti buttati a caso su un foglio elettronico. E diciamo anche che la musica fa’ il suo ed aiuta, concentra in maniera tale che vengano scritte le cose giuste, con le parole giuste e con la giusta tonalità.

Amo farlo, ..stampare sui fogli le cose che sento, mi piace, mi fa’ sentire più tranquilla anche se a volte cancello intere frasi perché mi espongo troppo e dico cose che non dovrei dire. Per cui mi limito a “lanciare” certe frasi. A far intendere il giusto.

Il pensiero del giorno oltre lo scrivere ? I cambiamenti, il solito sentore di voler fare cambiati troppo radicali per la persona che sono, di non riuscire a reggerli e a non sopportarli. Son ancora piuttosto confusa per quanto riguarda la mia vita. Ma alla fine perché ne devo parlare ancora? E ancora? E ancora? Ma basta!

SSSh!

-n-

Nessun commento:

Posta un commento