Maybe English is not my language....

lunedì, settembre 05, 2011

Urban Dance Campus 2011

Si parte con la stessa sensazione di sempre. Ossia di andare incontro a volti conosciuti, luoghi visti, tutto l'anno ad aspettare la nostra chiusura dell'estate. Partiamo che già comincia male, febbre, confusione, metà viaggio a chiedersi perchè.
Cominciamo a realizzare , a prendere coscienza del fatto che non sempre tutto vada come vogliamo. I primi racconti da treno, la mia estate a New York, le persone, le lezioni, le cose imparate. L'estate a Roma uno stile di danza nuovo , che apre gli occhi.
Arriviamo a Pisa che siamo decisamente cariche, comincia il viaggio verso Montalto, la pianura che si estende ai nostri occhi è bellissima, ci muniamo di cuffie e parte il viaggio non solo sul treno ! I campi, le colline che ogni tanto smorzano il paesaggio, un'albero in cima, le macchine che lavorano la terra. Entriamo in un'altra realtà che a fine viaggio diventa sempre un'impresa abbandonare.

Son tre giorni pazzeschi 3, 4, 3 lezioni ;
15 ore con insegnanti pazzeschi, che in pochi giorni ti lasciano sempre qualcosa, oltre al desiderio di avere dei piedi nuovi a fine campus! Le lezioni di house di Joseph e Byron che ti lasciano soddisfatta, quelle di poppin che fai sempre ( personalmente ) con un senso di novità e scoperta , quelle di Marco sempre coinvolgenti e uniche ! Molte cose non son state come ce le aspettavamo. Si cambia, si cresce, sempre, anche quando si è già grandi... Però è anche vero che si conosce e personalmente ritengo di aver stretto la mano ad ottime persone!
Sempre più convinta di aver avuto la fortuna, il privilegio, ..non lo so.., di essermi innamorata della musica da cercare di trovare il modo migliore di subirla, ballandola. Tante persone, un'unica passione! Sempre..

Un grazie ai montaltesi che sempre ci organizzano il primo finesettimana di settembre nella miglior maniera possibile.
Grazie per le serate, per l'insegnamento, per farci amare la danza nella maniera giusta, per permetterci di sentirci a nostro agio, per le mostre di freestyle, per le parole dal cuore.

Ti tocca l'ultimo giorno finire le tre lezioni di House, Poppin' e Hip hop ! Con la stessa voglia di ricominciare tutto da capo, mista alla tristezza che sia finito.. si salutano, si cerca di salutare ( non riuscendo ), si scordano i saluti. Stringi un pezzo di carta, strette di mano, pacche sulle spalle, buona fortuna per tutto.. Torni in Hotel saluti ancora chi hai conosciuto, che a momenti partirà per le rispettive parti d'Italia.
Con la tua compare ti fiondi al mare, gelato, mare, musica, passi sul lido, passi ballati a tempo di musica, tramonto, cena solitaria. Prese bene eh !
Torniamo..
Finiamo i nostri giorni fuori da qui. Ma con tutto in testa e le foto sui dispositivi portatili.

Take it slow..


Nessun commento:

Posta un commento