Maybe English is not my language....

domenica, settembre 12, 2010

Byes Summer 2010....

Ebbene si, questa estate 2010 è ufficialmente andata in vacanza (: ! Doveva essere la più bella della nostra vita, liceo finito, libertà. ..E bèh.., forse ci si avvicina ! E' cominciata male, ma veramente male. Ma mi ha fatto capire la differenza tra abitudine e sentimento.
E' continuata bene e tranquilla, con quelle piccole scappatelle che vengono fatte da giovani, senza troppi pensieri, senza farsi troppi
problemi e sopratutto senza
curarsi del giudizio delle altre persone. Non ci droghiamo, non ci facciamo del male, siam giovani e
facciamo quello che sentiamo di fare,
vogliamo scappare di casa? Lo si fa.. Anche se non è giusto.
Ma non è questo il punto.
La vera essenza di questa estate sono state le Persone, quelle che ho conosciuto, a cui mi capita di pensare ogni tanto, che porto nel cuore direttamente e indirettamente perché mi han lasciato qualcosa di loro. Dalla Jessica dolce, a Moretta e alle nostre camminate in riva al mare alle 2 di notte, a quel ragazzo simpatico da farmi morire, ma che tanto mi ricordava Lui, ad ancora, Alessandro, il romano... Tante le persone amiche, che ho deciso dopo tanti, troppi e confusionali ripensamenti da parte mia, di lasciarmi indietro. Quando le cose non vanno non si possono
forzare, il cuore è la miglior memoria per le amicizie e per tutto ciò che riguarda i sentimenti, io
certe sensazioni le porterò sempre con me. E sorriderò vedendo le foto.
Stamattina aspettando di andare a lavoro guardavo la Sys che se la dormiva nel mio letto mentre
mi vestivo e sorridevo ...oooh se sorridevo. (: Questa è una delle mie fortune. La sua amicizia. Avete presente quando perdete fiducia in molte cose e poi arrivano quelle persone che ti fan dire
"Accidenti, lei mi cambia!" e lo fa! Ho più autostima, sono più disinibita, me ne frego spesso e volentieri delle persone e dei loro fottutissimi giudizi, mi sta insegnando.. Lei è sù! Semplice! E' cazzuta, accidenti, forse troppo a volte, ma a me piace così. Ed io la stimo, con tutta me stessa e
son orgogliosa di averla nella cerchia più stretta delle mie amicizie. Non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. No!
La mia estate quindi? In sintesi? Eccola.
Son stata "lasciata"? Sì, ...mettiamola così, da un ragazzo che credevo una specie di miracolo. Che in realtà non era altro che un ragazzo dai mille volti. E la cosa più bella? Che adesso non me ne importa veramente niente, provo indifferenza nei suoi confronti (finalmente) e vergogna verso di me, ma per il resto, son guarita, la pace interiore. (:
Fughe? All'ordine del giorno, serate passate a Rocca a bere la birra rubata alla sagra con gli amici della Sys, a prendere freddo e a non capirci più niente, serate passate solo a parlare in macchina dei sogni, delle cose più inutili del mondo, degli uomini. Serate con amici nuovi e amici vecchi, che
più stan lì più migliorano a parer mio. Serate di incontri veloci con una persona in particolare, che non capisci, che se sparisse non te ne fregherebbe niente, ma che finché c'è chiacchierare e scherzare ti fa piacere.
E le serate, le serate di Montalto? Ne devo parlare? Degli stage? Delle PERSONE. Di come mi sento da quando sono tornata?
E' stata un'estate varia. Ho voluto spaziare, conoscere più gente possibile e realtà differenti, malgrado sia il basso piemonte, ci ho provato.
E quest'ultimo week end, ultime fughe estive, venerdì sera discoteca Luna Rossa, musica non ottima, ma con Risso buona! Abbiamo ballato, sempre io e Lei, la solita, che in questa estate è stata un po' Virgilio per me. Ricevere dei complimenti? E' bello! Sto abbattendo quelle mura che avevo dentro di me. E ho ballato guardando solo verso la compare! Che capisce ogni movimento, il groove, il feeling. Non era tacchi alti, minigonna e passi da Diva impacciata. Erano pantaloni, scarpe da ginnastica e sentire entrare la musica dentro di te e sentire che è lei che ti guida.
Sabato? Nuovamente fuga. Storia leggermente diversa, non eravamo solo io e la Sys, meno coinvolgimento, più persone, più mentalità folli, più voglia di devastarsi e sfogarsi per l'ultima volta (estiva), di fare conoscenze e di essere più sfacciate (senza essere maliziosi..) .
Ritorno a casa ore 6 la Sys crolla nel letto, ore 8 e 15 la sveglia suona. Ore 9 e 25 villa Bottaro mi accoglie.
Ore 22 e 32 ho fatto gli auguri a Ste, sto pesando a tutto voglio tenere ogni singolo ricordo di questa estate, scrivo per imprimere più roba possibile, mi scende una mezza lacrimuccia, ma son felice in fondo. Ho paura del futuro ...amici.., tanta paura.

Nik, che comincia la nuova stagione così ....<<?>>...

Nessun commento:

Posta un commento