Maybe English is not my language....

sabato, febbraio 12, 2011

E così..

..Mi abituai così a non scattare mai foto a molte delle
persone che passarono nella mia vita, mi resi conto solo
successivamente che quelle foto non scattate rimanevano nella mia testa per una ragione..
ci tenevo talmente tanto, profondamente,
che il solo pensiero della foto era associato al ricordo in sè..
ed inconsciamente alla lontananza..

C'è stato un momento, (precisamente dieci secondi fa') , in cui ho avuto una sensazione che spesso avevo quando ero in campeggio con gli scout.

Mattina, apri la tenda, fuori c'è fresco è quell'aria pura che ti fa' sentire bella e bene dentro, senti l'odore dell'erba bagnata, pensi alla giornata che ti aspetta, immagini che sarà faticosa, ma che ti renderà felice.

Ho provato in un secondo tutto ciò. E' stato strano, mi ha fatto sorridere, malgrado sia stata una pessima giornata e non era l'alba ben sì il tramonto.
Oggi mi ero prefissata di fare diverse cose, risultato? Non ne ho fatta neanche una.
Inoltre, pensavo di poter convivere con certe cose dette nella maniera sbagliata e nel momento sbagliato. E ahimè, non ci riesco. Non riesco a far finta di niente. A lasciare quelle cose dette, alla persona a cui le ho dette in un angolo della mia testa, ignorandole e facendo finta che non facciano parte di me.
Le ho dette, nella maniera più sbagliata in cui potessi farlo, ed ho ferito. (ripeterlo non fa' bene)
Come mi sento?
Devo scriverlo?

Non riesco ad immaginare questo sabato sera in giro a divertirmi, ma non riesco neanche a vederlo in casa. Ho voglia di ballare, di scatenarmi, di non dover pensare alle conseguenze karmatiche delle mie azioni. Che già han cominciato a farsi sentire, ripercuotendosi soltanto (per ora) sul viaggio per Londra, per la quale probabilmente partirò da sola e sul mio piede che oggi ho rischiato drasticamente di spezzare.
Può che solo che migliorare stasera no?

Sentirsi bene.. eh.. davvero bene.
Ho bisogno di vedere quell'amica. Non di parlarci di problemi od altro. Solo di vedermela lì davanti e sentirmi dire che c'è.
Son infantile, immatura, non capisco niente dei problemi sociali, a volte son apatica.
E in questo momento ho una visione apocalittica di tutto ciò che mi circonda.


Nessun commento:

Posta un commento