Maybe English is not my language....

lunedì, novembre 29, 2010

" Se fossimo geni non saremmo qui d'altronde " cit.

Sei giorni senza avere la minima voglia di portare di sopra il portatile e mettersi a scrivere cavolate nel post.
Ho scritto un po' di roba, ma è semplicemente salvata nelle bozze, le solite cose che non pubblicherò mai tanto per cambiare.. E' cominciata un'altra settimana è questa si preannuncia non troppo pesante fortunatamente son di semi buon umore, niente che mi scuota particolarmente, ho trovato le chiavi di casa che avevo perso, ecc...

Oggi pomeriggio penso lo dedicherò a guardarmi attorno per giugno, e anche per il dopo, mi bisbiglio un'Australia alle orecchie, ma è una cosa troppo grossa forse. Si vedrà, son determinata e in più ci son delle cose che mi han fatto venire e rimanere la carogna per cui, devo ovviare assolutamente e darci dentro con i progetti ! (:

Diciamo che sono una persona che prova a fare di tutto un'esperienza. Anche le più brutte, devo tentare di far diventare il male, bello. Scatterò abbastanza foto di tutte le situazioni. Cercherò sempre di essere sorridente con tutti. Non mi va' di stare da parte, continuare a sentire i soliti beat tristi e malinconici. Non so se ho talenti, non so se il tempo mai me li mostrerà. "Rido delle facce che mi avevano impaurito" già, quanto tempo che ho imparato a farlo ? Sembra siano passati i giorni di quando mi inchinavo e basta. Quello che sento è qui, più in alto di me non c'è nessuno. Sola, sola nel mio mondo. Ci sono altri universi e lì altra gente, ma nessuno più in alto, solo gente "diversa", gente con cui vengo a contatto, che amo, che odio, che non sopporto... Non mi deve interessare tutto ciò, ho imparato a remare da sola sulla mia barca, difficilmente ospito qualcuno e non sopporto che si entri a forza nella mia vita. Se ti faccio entrare è perché voglio. Ma non farci affidamento su di me. In un momento ci sono, nell'altro no, non perché non ci tenga, semplicemente perché spesso, il preoccuparmi di me stessa mi assorbe troppo tempo, son da sola, quindi ho me a cui badare.

Non so che diamine farò tra 10 anni. Io spero di avere lavoro una casa, sinceramente non mi vedo con una famiglia, ...più con una macchina. Una bella macchina! Materialista, Sognatrice? Sì, può darsi.. So solo che non mi voglio trovare ancora qui tra queste mura, per quanto le ami. Voglio essere in grado di badare a me stessa. Di uscire spendere i soldi guadagnati come voglio, di ballare, di sentire, di leggere, di vedere. Everyday.
Non posso scrivere grandi cose, perché per ora non le sto vivendo, posso scrivere di quello che mi passa per la testa, non è molto, però sono idee ricche. Non prendo droghe, la roba che scrivo è vera, non ci tengo che venga letta a tutti i costi, voglio leggerla io e sentirmi realizzata per la ragazza che sto diventando. Non vado all'università, faccio (momentaneamente) un lavoro che mi fa' schifo ..eppure son qui, arranco, sclero, piango e difficilmente riesco a farmi forza, ma quel poco lo faccio.
Questo è importante nella vita.
E' una certezza, contare su stessi, sapere fare a meno degli altri! Amarli, ma saperne a fare a meno. Bastarsi.
Grandi parole;





Portare il cane a far due passi fa' bene sia e me che a lei..

Nessun commento:

Posta un commento