Maybe English is not my language....

venerdì, novembre 18, 2011

London'll

Ho giá provato a cercare di scrivere qualcosa , ma non è facile, ieri sera ho aperto davanti la solita pagina bianca, con l'astina che lampeggiava. Ho provato a farmi guidare, ma come ogni volta è successo il peggio. Finisco per scrivere cose che non dovrei scrivere perché dicono troppo di tutto, troppo che esce dalla mia testa, avevo bisogno di questa testolina rasata per sentirmi bene. Per capire che ho bisogno di più spazio attorno a me per creare qualcosa;
Non so come andrà a finire questa settimana, probabilmente con me in un'ambiente familiare in una delle solite festicciole ;). Intanto in questo di fine settimana con Armand siamo andati a fare delle foto, abbiamo partecipato a party, ballato, parlato, ci siamo inchiodati alle tastiere ..ergo, scritto. Si sente Florence, la tastiera sotto le sue dita, il pop sotto le mie. Mi sembra sia qui da secoli. Non riesco a riguardare neanche indietro per voler capire quanto tempo sia passato.

Ho provato a cercare di dare un po' di ordine alle mie cose prima, ma non son riuscita a giungere a nessuna conclusione non so più dove mettere niente. Rimane tutto dannatamente in mezzo. I vestiti alla rinfusa nei cassetti. La valigia mezza aperta come se dovessi partire da un momento all'altro, sembra la stanza di una persona disperata. Anzi l'angolo di una persona disperata che cerca di tenere meno roba in mezzo per non dare noie a nessuno, non preoccupandosi del disordine ( interiore ? ) che si sta' accumulando dentro certi cassetti.

Mi piace il verbo accumulare. Sia per la pronuncia che per il significato ,è diverso da "crescere" o da "aggiungere", o comunque un qualcosa che aumenta. Significa diventare, crescere, arrivare ad essere qualcosa che prima non si era. Solitamente mi piace farlo seguire dal verbo "esplodere". Dopo un'accumulo ci deve essere per forza un'esplosione. O qualcosa che faccia scemare l'accumulo di cose (emozioni od altro che sia ).
In ogni caso, sto accumulando e non son come e quando esploderò ! Ma spero sia una bella esplosione in ogni caso. Colori, emozioni, niente di struggente.......


Stasera devo portare Armand in qualche posto speciale. L'ultima serata bisogna fare qualcosa di emozionante, non per forza di distruttiva. Ma semplicemente che faccia stare bene! ;)
Pubblico qualche foto e scappo..

________________
Mi permetto di cambiare titolo e aggiungere ancora due righe. Lo stiamo facendo di nuovo siamo alle tastiere a scrivere. Un po' ce le andiamo a cercare . Il creare l'atmosfera. Lo scrivere è normale che finiamo per torturare le teste. Florence è disperata.. Ed io le vado dietro. Ho avuto un assaggio di quella che sará Londra tra qualche mese. Mi sorride il cuore .

Stan succedendo tante altre cose che mi danno il motivo di sorridere .. Anche se non dovrei. Mi sento strana, come se vivessi in un'altra dimensione sensoriale. Come se fossi sempre chiusa nella mia camera e le volte che ne esco finisco subito per fare un tuffo nel mare. La spiaggia non la vedo neanche con il binocolo ed attorno c'è solo l'acqua. Qualche lieve rumore e poi tutta vita.

Stasera mi han chiesto se la vita qui è difficile. È vita, questo basta. Ne parlo con la testa piena. Con gli occhi pieni di mancanza per la famiglia, gli amici, ... . Eppure sarebbe facile tornare, facilissimo ..se davvero ora lo volessi. Eppure ho sempre fiducia nel tempo. Ho fiducia nel fatto che se le cose devono essere saranno. Solo questo..

Nessun commento:

Posta un commento